yobit.net официальный сайт cryptopia биржа hitbtc login
Basket. Troppe assenze: Scafati crolla a Treviglio - Sportcampania.it - Sportcampania.it

Basket. Troppe assenze: Scafati crolla a Treviglio

Inserito da il 15 Aprile, 2018 alle ore 7:54 pm

Non riesce la settima meraviglia consecutiva alla Givova Scafati che cade al PalaFacchetti di Treviglio per 99-88. Nel giorno del ritorno dall’infermeria di Brandon Sherrod diventano eccessivamente  pesanti, per il team allenato da Giovanni Perdichizzi, le assenze di Andrew Lawrence e Gabriele Spizzichini, entrambi fermi ai box per infortunio. Per i padroni di casa, invece, hanno del superlativo le prestazioni di Alan Voskuil e James Fraizier, autori complessivamente di 46 punti.

SPRINT – Primo quarto godibile al PalaFacchetti con entrambe le compagini che esprimono un ottimo basket, soprattutto considerando il fatturato offensivo: Treviglio scopre subito l’asso nella manica, ovvero il gioco da 3 punti, con un J.Jr. Fraizier in serata di grazia. Dopo 4 minuti di gioco i padroni di casa scappano subito sul + 7 (11-4), ma il timeout di Perdichizzi rialza gli animi della rimaneggiata Scafati che, di mestiere, ribatte colpo su colpo e si rimette in gioco. Santiangeli suona la carica, Ammannato risponde a tono, pareggia con la tripla a 2’10” (18-18) e confeziona il primo sorpasso gialloblu con il successivo gioco da due punti. Il rientro di Sherrod, fuori dai campi per infortunio per quasi due mesi, permette alla Givova di andare al primo intervallo in vantaggio di 3 lunghezze (22-25).

CHI FERMA J.Jr? – Al ritorno sul parquet, però, c’è solo una squadra in campo: Fraizier diventa imprendibile, soprattutto dal perimetro, risultando un cecchino micidiale, seguito a ruota da Voskuil che totalizza un 4/5. Con la tripla di Marino e i canestri di Mezzanotte e Dincic Treviglio trova l’alchimia giusta e cala un parziale di 23-2 che spezza le gambe ai campani. Scafati prova timidamente a rimettersi in gara con il Capitano Crow e con i liberi di Santiangeli a 3 secondi dall’intervallo lungo, ma la tripla sulla sirena di Dincic, lasciato colpevolmente solo, permette a Treviglio di andare negli spogliatoi sul 55-43.

SCAFATI RESTA IN VITA – È chiarissima la difficoltà di Perdichizzi di gestire un match che sta pian piano sfuggendo, eppure con un grande Romeo, in spolvero nelle ultime uscite, e con l’ottima intesa nel gioco di Pick and Roll tra Santiangeli e Ammannato, Scafati prova a restare in vita nel match. Con il canestro di Ammannato a 6’45 la Givova si rimette a sole 6 lunghezze di distacco, ma i 5 punti di Pecchia rompono il breack . Ci pensano Romeo e Santiangeli con due conclusioni vincenti dalla distanza a risollevare il morale della compagine campana che, nonostante il fantastico canestro in penetrazione di Fraizier, restano aggrappati ai padroni di casa prima dell’ultimo intervallo (74-65).

CROLLO ASPETTATO – Si capisce che è il momento di azzardare il tutto e per tutto: Scafati si gioca l’ultima carta di restare aggrappata a Treviglio prima con il canestro di Stefano Spizzichini e poi con il gioco da sotto di un ritrovato Sherrod, di nuovo protagonista in prima persona con 9 rimbalzi conquistati e 11 punti messi a segno nel giorno del suo rientro. La tripla di Marino a 6’00” dal termine chiude ogni gioco e, da questo momento in poi, Scafati esce metaforicamente a guardare, diventando spettatrice della festa degli uomini in maglia bianca, celebrata soprattutto con la standing ovation di James Jr Frazier (27 punti, 29 in valutazione). Alla suono della sirena il tabellone recita 99-78, con Scafati che potrà comunque conquistare la prima posizione in classifica nello scontro diretto della prossima settimana. Anche se a Perdichizzi, più che l’impresa con Casale, interessa maggiormente recuperare le sue pedine principali in vista dei play off.

Pasquale Formisano

Condividi

About Pasquale Formisano

Laureato in Ingegneria Informatica e in Metodi Quantitativi per le Decisioni Aziendali, da sempre appassionato di matematica, scrive di sport di ogni genere. Con Passioneinter.com realizza il sogno di approdare in tribuna stampa a San Siro e di essere pubblicato su La Gazzetta dello Sport. Da Luglio 2015 è Press Office Manager della Scafatese Calcio 1922. Insegue un sogno, non un'ossessione

124 queries in 5,319 seconds.