Basket. Sherrod più il collettivo: Scafati sfianca Agrigento

Inserito da il 12 novembre, 2017 alle ore 7:38 pm

Dopo lo stop della scorsa settimana la Givova Scafati si ricarica con il calore del PalaMangano e torna alla vittoria battendo una Mongada Agrigento ostica e mai doma. Trascinati da Brendon Sherrod, autore di 24 punti, e dalla forza del collettivo, il quintetto gialloblu si impone 83-76

 

BOTTA E RISPOSTA – Il match si apre ancora all’insegna della solita difesa della Givova; gli uomini di Perdichizzi imbrigliano la compagine biancoblu e, forti delle soluzioni offensive di Miles e Sherrod, provano a lanciare il primo schiaffo alla gara. Agrigento, però, trova subito le contromisure e addirittura impatta sul 15-15 con l’appoggio al vetro di Evangelisti del minuto 8, ma i gialloblu non si disuniscono e riescono nuovamente ad allungare prima della sirena del primo quarto, concluso 21-16.

 

LUNGA RINCORSA – Il secondo quarto è un eterno inseguirsi tra le due squadre; Agrigento reagisce nuovamente alla sterzata scafatese e si riporta a -1 (23-22) a 6.48, confezionando poi il sorpasso un minuto più tardi, ma a rompere l’inerzia siciliana ci pensa l’assolo di Anthony Miles: il numero 1 mette a segno due triple che rilanciano avanti i padroni di casa, toccando la doppia cifra al 18’. Gli uomini di Franco Ciani trovano nuovamente il coraggio di rimettersi in piedi tornando a -1 nell’ultimo minuto della seconda frazione, prima di essere rispediti ancora a -4 dalla tripla di Spizzichini.

SPALLA A SPALLA – Dopo l’intervallo lungo è nuovamente Spizzichini ad andare a segno, ma gli ospiti non mollano la presa ed effettuano nuovamente il sorpasso grazie alla tripla di Williams e al successivo 2/3 dalla lunetta di Evangelisti. Scafati resta aggrappata alla gara con i tre punti consecutivi di Ammannato che riportano avanti la Givova e, dopo il pareggio di Williams, chiude il quarto avanti di 3 con la tripla di Romeo.

PENSIERO ALLA SCAFATESE – Sullo scadere della terza frazione di gioco gli ultras Scafati espongono uno striscione con la scritta “Riaprite il Comunale”. Il riferimento è, ovviamente, dedicato alla Scafatese Calcio 1922, costretta a giocare a porte chiuse dall’inizio della stagione.

FUGA – Il canestro di Romeo concede agli uomini di coach Perdichizzi le energie per spiccare il volo: altre tre triple, realizzate rispettivamente dallo stesso Romeo, da Ranuzzi e da Spizzichini, permettono infatti allo Scafati di toccare il +13 a 4’24’’ dal termine. Il parziale rappresenta il colpo di grazia per la squadra bianco blu che non riesce più a rientrare in partita. Scafati resta in vantaggio fino al suono della sirena nonostante il colpo di coda ospite. 83-76 per una squadra che, lavorando sui propri limiti, sta mostrando ancora evidenti miglioramenti.

 

GIVOVA SCAFATI: Miles 13, Crow 3, Trapani, Spizzichini 17, Romeo 8, Ranuzzi 7, Ammannato 11, Pipitone, Santiangeli 2, Sharrod 24. All: Perdichizzi.

 

MONCADA AGRIGENTO: Cannon 6, Zugno, Evangelisti 7, Cuffaro, Williams 23, Ambrosin 14, Guariglia 6, Pepe 9, Lovisotto 2. All: Ciani

 

Pasquale Formisano

Condividi

About Pasquale Formisano

Laureato in Ingegneria Informatica, specializzando in Metodi Quantitativi per le Decisioni Aziendali, da sempre appassionato di matematica, scrive di sport di ogni genere. Con Passioneinter.com realizza il sogno di approdare in tribuna stampa a San Siro e di essere pubblicato su La Gazzetta dello Sport. Da Luglio 2015 è Press Office Manager della Scafatese Calcio 1922. Insegue un sogno, non un'ossessione

125 queries in 4,564 seconds.