“Avversario nel Mirino”. Primo avversario per l’Ercolanese: ecco il Fasano

Inserito da il 12 settembre, 2018 alle ore 1:22 pm

Mancano pochi giorni all’avvio del prossimo campionato di Serie D. Il primo avversario dell’Ercolanese sarà il Città di Fasano., squadra neopromossa in seguito alla vittoria del campionato di Eccellenza Puglia.

Il sodalizio attuale è quello nato nello scorso 2012, in seguito al fallimento dell’AS Calcio Fasano e si regge grazie all’azionario popolare. Prima, però. di focalizzarci sull’attuale club, raccontiamo un po’ la storia del club pugliese.

LA STORIA – La prima reale squadra di Fasano è stata fondata nel 1949, con il nome di AS Fasano, la cui attività dura fino al 1954. In quell’anno, infatti, a causa di un’invasione di campo di massa e la squadra viene radiata dal calcio. Il motivo fu, non l’invasione, ma l’aggressione, o tentata aggressione, nei confronti dell’arbitro e dell’uomo partita nel derby Fasano-Liberty Bari. Durante quella partita il direttore di gara, a causa di una svista arbitrale, ha compromesso la promozione dei biancazzurri in quarta serie. Dopo un decennio, circa, di buio, se non sul piano amatoriale, il calcio torna a Fasano grazie alla costituzione di ben 4 società che due anni dopo si fusero dando vita all’US Fasano. Un sodalizio tribolato da continui problemi economici e societari, nonostante sia la squadra che ha toccato i vertici più alti del calcio, partecipando al campionato di Serie C.

LA RINASCITA – Dopo due fallimenti, si ricostruì nel 2012 uhna nuova società, ma anche in quest’occasione il calcio ha rischiato di sparire a causa di nuovi problemi economici, nel 2016. In quell’anno a scongiurare un nuovo fallimento fu la nascita dell’Associazione Il Fasano siamo noi che prende possesso del club tramite un azionario popolare che ha ridato linfa e nuova energia al club.

I RISULTATI DALLA RINASCITA – Nel 2012 la squadra ripartì al campionato di Seconda Categoria, vincendolo nella stessa stagione. L’anno successivo conquistò la vittoria finale e la promozione anche in Prima Categoria. Gli anni della Promozione sono quelli di maggiore transizione. Qui collezionò un quinto e sesto posso, arrivando anche in finale di Coppa Italia Promozione Puglia perdendo contro il Mesagne. Nella stagione 2016/2017 il Fasano raggiunge il primo posto e l’Eccellenza, oltre che la prima Coppa Italia di Promozione. Nell’anno 2017/2018 vince, in seguito ad un campionato combattuto, l’Eccellenza arrivando in Serie D.

IL TECNICO – Dal 2014 la guida del Fasano è affidata a Giuseppe Laterza, 38enne ex calciatore che è subentrato a mister Iacovazzi. Dal suo arrivo i biancazzurri si sono caratterizzati per una serie di ottimi risultati, conquistando come detto nella stagione 2016/2017 un doublete. A lui il merito di aver conquistato la prima Coppa Italia della storia del club. Profilo giovane, molto attento al Settore Giovanile che ha voluto fortemente nel 2013 proprio al Fasano, dove ha conquistato la semifinale play-off della Categoria Giovannissimi. Il suo credo calcistico è il 4-4-2. con il quale ha portato ai 32esimi di finale di Coppa Italia Serie D i suoi.

LA SQUADRA – Il Fasano ha allestito una squadra davvero importante per la categoria, ricca di esperienza. I risultati ne danno la conferma. Il calciatore rappresentativo è Erminio Rullo, ex Napoli e Lecce, che gioca con una maglia da titolare nella difesa biancazzurro. Uomo più pericoloso Montaldi, attaccante pericoloso che ha condannato il Gravina all’uscita dalla prima competizione stagionale.

LA FORMAZIONE – Come detto modulo canonico è il 4-4-2: Giarnieri; Trinchera, Colombatti, Rullo, Diop; Nadarevic, Lanzillotta, Paolillo, Forbes; Montaldi, Corvino.

I RISULTATI – Due sole partite ufficiali all’attivo per i biancazzurri che arrivano alla prima di campionato con un pareggio, ai tempi regolamentari, e una vittoria. In sostanza due vittorie per i pugliesi, che hanno buttato fuori dalla Coppa Italia l’Andria dopo la lotteria dei rigori.

Condividi

About Cristina Mariano

121 queries in 6,543 seconds.